SENSAZIONI QUOTIDIANE

letteratura_viaggio_libri
Fonte: Google Immagini

Le ansie, i caffè,
i fogli di giornale,
gli appunti di una vita
che non sai come usare.

Silenzi e biblioteche,
i libri da sfogliare,
lezioni di una vita
che non vuoi imparare.

La gioia, la fede,
la triste imposizione,
gli amori di una vita
senza collocazione.

La grinta, le sfide,
il grido spaccacuore,
le voci di una vita
che raccontano dolore.

La sabbia, le mani,
calori da scoprire,
gli affetti di una vita
che spesso vuoi avvertire.

I sensi, la pace,
nel parco a ciondolare,
i passi di una vita
che non sai affastellare.

La suspense, il cinema,
le scene da girare,
le trame di una vita
che la mente sa intrecciare.

Percorsi, le mappe,
i posti da scoprire,
i viaggi di una vita
che il cuore sa esordire.

La piazza, la gente,
la festa nel bicchiere,
discorsi di una vita
che non riesci a sostenere.

Il letto, la notte,
il vuoto da ascoltare,
pensieri di una vita
che vorresti abbracciare.

(Federica Zummo )

Annunci

2 thoughts on “SENSAZIONI QUOTIDIANE

  1. Tornare in questi luoghi e leggere questi frammenti è qualcosa di caloroso. Ho intrapreso un viaggio di lettura approfondita di alcune raccolte di Rimbaud di recente, e, ti giuro, ci sono allitterazioni e sineddoche qui che non si discostano dal suo stile. Ma, a parte questo paragone, in queste poesie la tua mente trasferisce alla mano un fuoco, fiamme che ondeggiano senza una accurata direzione, non all’unisono, ma che si intrecciano nella tua mente (parafrasando il contenuto di un tuo verso). Nella tua anima c’era (parlo al passato essendo la poesia di qualche tempo fa) qualcosa che cercavi in tutte le maniere di estrapolare da ciò che il tuo occhio vedeva fuori , tra i silenzi e i fogli di giornale, ma in cuor tuo non volevi soverchiare certi limiti. Lasciare che il mondo delle tue idee si esplori in un immensità di una notte oniricamente ricca. Che un letto dove riposare non può contenere.
    PS: è stata una analisi quasi a tutti gli effetti, sono forse sceso in alcuni noiosi tecnicismi, scusa. Ma è difficile essere esaustivi nel commentare certi pezzi 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...