Epistolario

Non tutti siamo in grado di esternare le proprie emozioni, sensazioni, gioie, rabbie, dolori a voce… Io sono più brava a trasmetterle se devo metterle per iscritto.
Generalmente, non amo dare dimostrazioni d’affetto; anzi, ho altri modi, talvolta incomprensibili, per farlo. Solo chi impara a conoscermi a fondo riesce a percepire il mio animo, distruggendo ogni barriera. Quelli come me hanno i propri modi di liberare emozioni. E lo fanno con quella energia e, allo stesso tempo, con quella fragilità che, contrariamente a quanto l’apparenza comunica, le rende uguali a te, che stai leggendo. Stesse paure e stessa voglia di amare… Conoscimi a partire dai miei segni grafici, espressi nelle mie poesie, nelle mie “dianoia” ed anche nelle mie lettere. Ovviamente, in questa raccolta epistolare, non rivelerò le identità di coloro ai quali sono indirizzate le mie lettere. So che il rischio implica una rivelazione di quella parte di me che pochi conoscono, ma credo che non ci sia cosa più bella di cercare di comprendere i pensieri e le logiche degli “io” che popolano questo mondo. Amo il confronto e mi piace leggere tutto quello che blogger e scrittori comuni hanno da comunicare. E voglio comunicare qualcosa anche io.

Saluti per tutti, Federica.

I LETTERA: Caro Achille…

II LETTERA: Caro Cefalo…

III LETTERA: Caro Nestore…

Annunci