“COGITO ERGO SUM”

3.jpg
Immagine dal Web.

Penso che, al giorno d’oggi, il senso di società stia perdendo di significato in tanti aspetti, in tutti i suoi valori, prostrandosi ad una campionaria categorizzazione sociale, volta a semplificare una classificazione ideologica assiomatica costruita su concetti troppo dogmatici, spesso, privi della minima razionalità. Il più delle volte, basterebbe solamente fermarsi a ragionare ed essere un attimino più flessibili e dubitanti e, indubbiamente, meno presuntuosi. Anche se facciamo parte collettivamente di una società attiva, non dobbiamo mai dimenticare che ognuno di noi è un individuo consapevole di sé. Siamo tutti bravi a giudicare

Continue reading ““COGITO ERGO SUM””

IL BALLO DEL VOLERE

Martin Pescatore. Immagine dal Web.

-Cosa ti balena nella mente?

-Un altalenare di buoni propositi e false aspettative. Ogni tanto mi succede di mettere un piede dentro al Limbo della fantasia, specialmente quando sono troppo vicina al confine tra realtà e immaginazione. E, quindi, ballo tra ciò che vorrei e ciò che posso avere da questa vita.

-Credo questo sia dovuto al fatto che non hai mai provato a metterti in gioco fino in fondo…

-Che vuol dire “mettersi in gioco” quando quasi non distingui più i sogni dalla realtà? Supponiamo che, passeggiando lungo il fiume, io veda un bellissimo Martin Pescatore: mi piace e, nella mia fervida immaginazione, penso che lo desidero, che mi piacerebbe prendermene cura e portarlo con me. Penso che questa sia un’idea felice. Tornando alla realtà, però, mi chiedo: con quale diritto potrei farlo? Mi rendo conto che non posso averlo, perché quell’amabile creatura non mi appartiene; non so nemmeno

Continue reading “IL BALLO DEL VOLERE”

SENSAZIONI QUOTIDIANE

letteratura_viaggio_libri
Fonte: Google Immagini

Le ansie, i caffè,
i fogli di giornale,
gli appunti di una vita
che non sai come usare.

Silenzi e biblioteche,
i libri da sfogliare,
lezioni di una vita
che non vuoi imparare.

La gioia, la fede,
la triste imposizione,
gli amori di una vita
senza collocazione.

La grinta, le sfide,
il grido spaccacuore,
le voci di una vita
che raccontano dolore.

La sabbia, le mani,
calori da scoprire,
gli affetti di una vita
che spesso vuoi avvertire.

I sensi, la pace,
nel parco a ciondolare,
i passi di una vita
che non sai affastellare.

La suspense, il cinema,
le scene da girare,
le trame di una vita
che la mente sa intrecciare.

Percorsi, le mappe,
i posti da scoprire,
i viaggi di una vita
che il cuore sa esordire.

La piazza, la gente,
la festa nel bicchiere,
discorsi di una vita
che non riesci a sostenere.

Il letto, la notte,
il vuoto da ascoltare,
pensieri di una vita
che vorresti abbracciare.

(Federica Zummo )