STANDPOINT

puntidivista
Fonte: Google Immagini

È estate. Fuori c’è il Sole, il caldo afoso e una temperatura di circa 37 C°. Eppure oggi potrebbe fare più freddo del solito. Il più delle volte, infatti, basta un piccolo fattore di sconforto per far abbassare le proprie “difese immunitarie” psicologiche. E non c’è antidoto o brodino di pollo che possa aiutarci a combattere questa “febbre morale”. Allora cominciamo a cercare sostegno nei soliti falsi rimedi, come quello di riaggrapparci al passato. Ma rievocare il passato non vuol dire altro che rimuginarci su. Le certezze svanite, che noi tanto aneliamo, fomentano un senso di negatività che ci conduce a pensare ai momenti più tristi, a ciò che ci aspetta, alle conseguenze dei nostri errori o degli errori degli altri, alle delusioni, ai tradimenti. Insomma, cerchiamo un’appiglio in quello che

Continue reading “STANDPOINT”

IL TRENO DELLA VITA

971740_132461790289262_1182063786_n
SF Empoli. Ph.: Federica Zummo

Una mattina ti alzi, ti guardi allo specchio e capisci che hai tutto il necessario per vivere una vita felice, che non ti manca niente. Ma non lo sei, perchè non sai fare buon uso dei tuoi strumenti. E ti senti un impersonificato senso di colpa ambulante, costantemente. Poi, rifletti un attimo e, forse, ti piace la tua condizione, perchè non ne conosci una migliore, perchè non vuoi conoscerne una migliore, perchè non ami il rischio o hai paura di rischiare. E pensi a tutte quelle persone che ti hanno completamente segnato e stravolto la vita in negativo, persone che hai amato con tutta l’anima e che ti hanno fatto vivere un lungo inganno. E allora che ti resta, se non te stesso? Ed è qui che capisci che al mondo esistono due tipi di persone: buoni e cattivi. L’unica differenza tra questi è che i cattivi non soffrono mai; mentre, i buoni soffrono sempre, anche a fare i cattivi.

(Federica Zummo)

OSSESSIONE

OSSESSIONE: stato psicologico, presente nel disturbo ossessivo-compulsivo. (Wikipedia)

579865_462193827134108_1661123667_n
Fonte: immagini google.

È un pensiero fisso, di cui non riesci a disfarti. Anche la morfologia stessa della parola ne evidenzia il significato: questa serie di lettere uguali che si ripetono in successione sono proprio come quei pensieri che ti assalgono rimbombando nella tua mente e che ti trascinano al di fuori del mondo reale. Proprio come la “O”, la doppia “S” o la “E”, ti ritorna sempre in mente. È più forte di te. È come l’eroina: ne fai uso una volta e sei fottuto. Quando la tua dipendenza diventerà fisiologica, potranno anche passar 15 anni senza che tu ne faccia uso, ma ritornerai a bucarti almeno

Continue reading “OSSESSIONE”