II LETTERA: Caro Cefalo…

A volte, maturiamo dei concetti bellissimi e pensieri che vorremmo dire. Le dinamiche degli eventi, però, possono cambiare e non sempre le cose si mettono come vorremmo. Fatti ed avvenimenti influenti possono portarci a prendere decisioni che non avremmo voluto prendere e a dire cose che mai avremmo pensato di dire. Mentre parole come le seguenti rimangono chiuse nei cassetti…

pax
Fonte immagine: Google

Lo sai? Sipa è una città che mi è sempre piaciuta tanto. E mi è piaciuta ancora di più dopo esserci stata per venirti a trovare. Il solo pensiero di ritornarci, come ogni volta, mi entusiasma parecchio. Con te ha ricevuto un tocco di magia e, da allora, tutte le volte che mi trovo a passare da lì, l’emozione che provo è differente. Mi vengono in mente tutti i momenti passati assieme in quei pochi giorni di vacanza che l’Università ci ha concesso: la macchina rubata a Melia, le passeggiate mano nella mano sul Langurno, i residui della cometa di Halley a coglierci di sorpresa, le chiacchiere nei bar Continue reading “II LETTERA: Caro Cefalo…”

CARO ACHILLE…

I Lettera mai inviata…
24 Gennaio 2015

whatsapp-image-2017-01-28-at-19-18-33

La risposta alla tua superba domanda è “SI”.
Si, ci ritornerei con te, se solo tu fossi una persona diversa da quello che sei. A volte, mi capita di immaginare la nostra storia con una chiave di lettura alternativa. Ma – vedi? – il problema di fondo è che tu non sei mai stato in grado di apprezzare le persone per quello che sono veramente. Non riesci a coglierne la loro specialità, la loro unicità, perchè per te è giusto e sacrosanto solo il tuo modo di agire e pensare. Così, ti crei uno scudo fittizio, fatto di pregiudizi e orgoglio, indistruttibile. A volte, mi tornano alla mente piccoli

Continue reading “CARO ACHILLE…”