SECONDI

cless
Immagine dal Web.

Negli attimi struggenti
in cui mi spogli
delle paure del Mondo,
io rinasco e rivivo
la mia estasi da Paradiso.
Nell’abbraccio illusorio
che mi doni con il tuo conforto,
ritrovo il mio momento
di effimera follia.
Sagace è la consapevolezza
di quei secondi così fugaci,
seppur intensi ed estranianti,
ma obbligati a rispedirmi
nell’irreversibile realtà.

Federica Zummo

Annunci

26 ANNI DI NONNO

23621690_725280607674041_1042612232955660793_n
In memoria del mio Super Nonno Gaetano Zummo (18/01/1935 – 16/11/2018)

Chi sa cosa vuol dire? Probabilmente pochi, ed io sono una di questi.
Già, sono stata fortunata io. Ti ho conosciuto, mi hai preso tra le tue braccia quando sono nata, mi hai accompagnata nel cammino della mia vita, sempre affianco, non mi hai mai abbandonata e tutte le volte che cadevo eri pronto ad aiutarmi a rialzarmi. Ti ho amato moltissimo io. Mi hai spianato la strada con i tuoi preziosi consigli e mi hai dato le istruzioni per vivere. Continue reading “26 ANNI DI NONNO”

PER CHI HA VOGLIA DI DIRE LA SUA

Attendo pareri…

Citazioni Della Mia Mente

sinonimi-di-abnegazione

ABNEGAZIONE

“Dai il tuo impegnomigliore, perché tu vali il miglior impegno.”
-Denis Waitley-

Una parola che deriva dal latino, composta da “ab-“, che indica allontanamento, e NEGARE.

Ancora: ABNEGAZIONE, nella Legge Ebraica, si ha quando “il raggiungimento di un bene più grande ha la precedenza sull’osservanza di un precetto minore. Questa pratica riflette la natura flessibile della legge ebraica ed il profondo rispetto per il prossimo.”
(Fonte: Wikipedia).

Dal “Sommario delle Regole” di S. Ignazio, par. n. 12:
per arrivare in modo più eccellente al grado di perfezione accennato sopra, così prezioso nella vita spirituale, ciascuno deve, innanzi tutto, mettere la massima sua applicazione a cercare, secondo Dio, la più perfetta abnegazione di se stesso e, per quanto sarà possibile, una mortificazione continua in tutte le cose.

Una parola profonda, che include una spiritualità importante. Comprende sacrificio, rinuncia, dedizione e, spesso, prevede il perdono. Tutto questo affinché si possa stare…

View original post 134 altre parole

INSONNIA

insonnia-1-570x350
immagine dal web.

Mi spaventano i miei pensieri,
il silenzio,
nella notte più che mai.
Abbraccio il cuscino
e ti cerco
tra le stelle del soffitto.
E con gli occhi splancati
fisso il vuoto
nel buio,
aspettando con ansia
che arrivi il giorno,
finché il canto degli augelli
non intona
la mia dolce Ninna Nanna,
a rassicurarmi che il Mondo
gira ancora
anche oggi…
Anche domani.

(Federica Zummo)

COME IL VENTO SCUOTEVA LE FOGLIE (Parte III)

Per chi si fosse perso i primi capitoli:
COME IL VENTO SCUOTEVA LE FOGLIE (Prima Parte)
COME IL VENTO SCUOTEVA LE FOGLIE (Parte II)

albero_europeo_premioa
immagine dal web

CAPITOLO VII

Già a partire dal giorno seguente, la storia tra i due procedeva a gonfie vele, attraverso una sintonia talmente naturale che permise a Filemone di sentirsi libera da tutti i suoi pensieri e le sue perplessità. Vivevano in paesi un po’ distanti, ma questo non ha di certo impedito ad entrambi di soddisfare la voglia di vedersi ed il desiderio di stare insieme. Nel frattempo arrivava l’inverno, ma non ci fu pioggia, neve o tempesta che riuscì ad ostacolare il progredire della loro storia d’amore. Riuscivano sempre a trovare delle soluzioni per venirsi in contro, in quanto “non esistono grandi ostacoli, ma solo piccole motivazioni”.  Ci avevano anche preso gusto a dormire insieme infagottati, stretti l’una nelle braccia dell’altro, e a risvegliarsi il mattino seguente occhi contro occhi, con la voglia di fare l’amore e… di cornetto e cappuccino. Continue reading “COME IL VENTO SCUOTEVA LE FOGLIE (Parte III)”

CARO CEFALO… (Il finale)

II LETTERA: Caro Cefalo…

crisalide_pizzi
“Sta nella crisalide l’essenza della vera libertà.” (La Natura, Baustelle). Immagine dal web.

Caro Cefalo,
si, ancora una volta tu emergi dal mio spirito. Non meriti le parole che sto per tessere grazie alle trame dei miei pensieri; ed è per questo motivo che si trovano sepolte qui, su questo pezzo di carta stropicciato, cosicché tu non possa leggerle mai.
Sulla lapide del mio amore per te ho inciso una frase: “ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo lo chiama farfalla.” (Lao Tzu)
Per quasi due anni ho vissuto racchiusa nel mio fragile bozzolo di seta, in cui la mia Continue reading “CARO CEFALO… (Il finale)”

STORIA DI UNA MARGHERITA INGENUA

fiori-margherita_NG1
Immagine da: http://www.giardinaggio.it

C’era una piccola,
Margheritina
Nata da poco
Vispa e carina
Diceva mamma: voglio giocare
ma sono sola ma sono sola che posso fare???
Gioca col sole, piccina mia,
a nascondino,
con allegria
La piccolina col sole giocò…e lui sì grande
e lui sì grande non rifiutò.
Sotto una foglia,
lei si celava…
chiamava sole,
lui la cercava
ed anche il vento
si divertiva…
passando accanto
passando accanto il fior scopriva.

(Filastrocche della tradizione)

Questa è la storia di una piccola margheritina che visse un amore frainteso ed irraggiungibile, per cui ne soffrì fino ad appassire.

C’era una volta una piccola Margheritina. Lei era bianca e candida, vivace ed allegra. Le piaceva chiacchierare coi fiori vicini; trasmetteva dolcezza e tanta felicità. L’intero giardino Continue reading “STORIA DI UNA MARGHERITA INGENUA”